Comunicato stampa: Creatività e innovazione: la voce di una “Tecnovisionaria”

×

Messaggio di errore

  • Deprecated function: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in _menu_load_objects() (linea 579 di /var/www/apa/alekosnetshare/d7/ewgf.org/includes/menu.inc).
  • Notice: Undefined index: disabled_javascripts in eu_cookie_compliance_page_build() (linea 306 di /var/www/apa/alekosnetshare/d7/ewgf.org/sites/all/modules/eu_cookie_compliance/eu_cookie_compliance.module).

COMUNICATO STAMPA

CREATIVITA’ E INNOVAZIONE: LA VOCE DI UNA “TECNOVISIONARIA”
Nik Nailah Binti Abdullah a Milano il 19 gennaio 2009

Nuovi scenari della Cross-domain collaboration on the web

Nel 2009, Anno europeo della creatività e dell'innovazione, Milano ospita Nik Nailah Binti Abdullah, ricercatrice “tecnovisionaria” del National Institute of Informatics (Tokyo), per presentare i nuovi scenari della “Cross-domain collaboration on the web”: Nik Nailah Binti Abdullah analizza le conversazioni tra persone (e “macchine”) nella collaborazione sul web, al fine di ideare nuovi strumenti che mettano in condizione di prevedere i bisogni degli utenti.

Lunedì 19 gennaio 2009, Palazzo Isimbardi, Corso Monforte, 35, Milano, ore 10.00-13.00.

L’evento, organizzato da Didael insieme a Provincia di Milano e Parlamento Europeo (Ufficio di Milano) sarà introdotto da Arianna Censi, Consigliera delegata alle Politiche di genere della Provincia di Milano e da Gianna Martinengo, Presidente Didael e Chairperson della Conferenza Women&Technologies. Interverranno Filippo Penati, Presidente della Provincia di Milano, Maria Grazia Cavenaghi-Smith, Direttore dell’Ufficio di rappresentanza del Parlamento Europeo a Milano. 
Coordina Francesca Cerati, Vicecaposervizio di “Nova24” Il Sole-24 Ore.

L’incontro sarà in italiano e inglese, con traduzione simultanea.

Ingresso gratuito, con preregistrazione su registration@womentech.info .

 

Donne tecnovisionarie

Chi è una “tecnovisionaria”? E’ una donna capace di generare innovazione e di “inventare il futuro”, creando tecnologie. Innovazione che va intesa non come costruzione di nuovi strumenti, ma soprattutto come capacità di concepire diversamente i problemi e identificare nuovi obiettivi.
Il binomio “Donne e tecnologie” è ancora prigioniero di troppi luoghi comuni. È dura a morire l’immagine stereotipata della donna che si interroga spaesata davanti a un computer o che si sente intimorita di fronte a una tecnologia “alta”. Ed è ancor più dura a morire una visione “ancillare” della tecnologia riservata alle donne, limitata alla domotica o a un uso strettamente strumentale.
Invece la realtà è ben diversa: esiste un mondo di donne che la tecnologia non si limitano ad “usarla”, ma la creano, la inventano, la plasmano secondo le loro esigenze, la loro curiosità e danno vita ad un universo tecnologico dai contorni inaspettati e dalle potenzialità assolutamente innovative.Donne ricercatrici e donne di talento che operano all’interno di Università, Imprese, Pubblica Amministrazione. Non solo, ma anche “tecnovisionarie” che spaziano oltre i limiti ed hanno intuizioni straordinarie e geniali. 
Nik Nailah Binti Abdullah è una di queste: non per niente è stata una delle 3 finaliste del Premio “Le Tecnovisionarie®”, ideato da Didael all’interno della Conferenza Women&Technologies: research and innovation (Milano, 8 settembre 2008), dedicata a sovvertire gli stereotipi facendo conoscere e mettere in rete le donne “creatrici di tecnologia”. La giuria del premio ha segnalato Nik Nailah Binti Abdullah «per la creatività nell’identificare strade non ancora percorse nella ricerca informatica e per la tenacia nel perseguire risultati di straordinario potenziale applicativo».

Interazione e dialogo nelle Comunità sul Web del Futuro

Uno degli ambiti più interessanti di innovazione attraverso le tecnologie oggi è quello dell’Interazione e dialogo nelle Comunità sul Web del Futuro: oggi le tecnologie web 2.0 consentono alle persone di produrre oltre che consumare informazione; inoltre le nuove architetture sempre più centrate sui servizi richiedono la capacità di far dialogare tecnologie e persone e di integrare nelle ICT proprietà tipiche della vita sociale delle persone, come l’interazione, il dialogo, la reputazione e simili. Sono sfide che aprono scenari inediti, sui quali Nik Nailah Binti Abdullah ci darà il suo personale contributo di esperienza e di “visione” nell’incontro del 19 gennaio 2009.

Women&Technologies 2008

L’edizione 2008 della conferenza Women&Technologies si è svolta l’8 settembre 2008 presso il Milano Convention Centre. E’ stata ideata da Gianna Martinengo (Presidente Didael e Chairperson della conferenza) e organizzata da Didael e Parlamento Europeo (Ufficio di Milano), sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Nell’ambito della conferenza si è svolta la prima edizione del premio “Le Tecnovisionarie®”, sostenuto per l’anno 2008 da BlackBerry®.
Per saperne di più sulla conferenza, sul premio e sulla nuova edizione in programma per il 2009: www.womentech.info

 

Didael S.r.l. 
info@womentech.info 
Ufficio Stampa
Tel. 02 5418 091

 
09 Gennaio 2009